Wild Ass Sanctuary - Little Rann of Kutch, Gujarat | Project India
1431
post-template-default,single,single-post,postid-1431,single-format-gallery,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Wild Ass Sanctuary – Little Rann of Kutch, Gujarat

Situato in una zona chiamata Little Run of Kutch, il Wild Ass Sanctuary di Kutch è l’unica casa del “culo selvaggio” in India. Il santuario è stato istituito nel 1973 con lo scopo di proteggere l’asino selvatico indiano in via di estinzione. Si estende su un’area di 5000 chilometri quadrati del Little Rann e copre una piccola parte delle città come Sundernagar, Rajkot, Patan, Banaskantha e Kutch, il santuario degli asini selvatici è il più grande santuario della fauna selvatica del Gujarat.

È l’unico rifugio sulla terra per l’asino selvatico asiatico endemico.


Indian Wild Ass

Popolarmente noto come Asian Wild Ass (localmente noto come “GHUDKHUR”). L’asino selvatico asiatico (EQUUS HEMIONUS KHUR) o “Ghudkhur” si trova ora solo nel Little Rann of Kutch of Gujarat State. Il Wild Ass appartiene nella famiglia di ‘equide’ che include cavalli, zebre e asini. Si tratta di uno degli animali più robusti al mondo resistendo a temperature calde a mezzogiorno fino a 48 ° C o più senza alcun riparo in mezzo al deserto, affrontando lunghi periodi di siccità che sopravvivono, dove altri animali non possono sopravvivere. Ha la forza e la velocità di un cavallo e può correre alla velocità di 60-70 km / h. La statura misura 120 cm. in altezza, 210 cm di lunghezza e un peso di circa 240 kg. Possiede una striscia pelosa marrone brillante e nera al centro che ne esalta la bellezza. Si muovono da soli o in branchi di 10-30 in cerca di foraggio e acqua dolce. Si dimettono solo nelle calde ore pomeridiane.

Mangiano ciò che trovano, generalmente erba stentata. La stagione riproduttiva va da agosto ad ottobre e dopo un periodo di gestazione di 11 mesi viene concepito solo un giovane che si unisce alla mandria in un tempo molto breve. Il raglio di un asino selvatico è più acuto di quello di un asino domestico. La durata della vita è di 20 a 25 anni.

Oltre agli asini selvatici

Oltre al Wild Ass, il santuario ospita 32 altri tipi di mammiferi tra cui la chinkara (gazzella indiana), due tipi di volpe del deserto (indiani e zampe bianchi), sciacalli, caracali, nilgais (la più grande antilope dell’Asia), indiana Lupi, Blackbucks e Hyenas a strisce. Ogni anno, il Wild Ass Sanctuary attira 75000 uccelli, compresi alcuni uccelli migratori. Il santuario è anche rifugio per alcuni uccelli migratori come Sandgrouses, Wheatears del deserto, Dieci specie di allodole, Bulbul dai sopraccigli, Indian Coursers, Stoneplover, Shrikes, Anatre, Oche, Ibis, Spatole, Godwits, Stint, Sandpipers, Shanks, Moorhens , Saras Cranes, entrambi fenicotteri indiani e pellicani. Il santuario ospita anche 93 specie di invertebrati, tra cui specie come crostacei, insetti, molluschi, ragni, anellidi e zooplancton.

Oltre alla fauna

Inoltre, il santuario ospita una popolazione considerevole di tribù Rabari e Bharwad. Per sperimentare il meglio del santuario della fauna selvatica, consigliamo un tour safari in jeep. È da notare che il Wild Ass Sanctuary ha una delle più grandi saline in India. 

Animali avvistati qui:chinkara (gazzella indiana), due tipi di volpe del deserto (indiani e bianchi), sciacalli, caracal (lince africana), nilgais (la più grande antilope asiatica), lupi indiani, blackbucks e iene striate.

Come raggiungere:

By Roadways: The Wild Ass Sanctuary dista 130 km da Ahmedabad, 45 km da Viramgam, 175 km da Rajkot e 265 km da Bhuj. Il santuario è accessibile tramite gli autobus turistici del Gujarat.

In treno : la stazione ferroviaria più vicina è a Dhrangadhra (16 km), Ahmedabad (130 Km) e Rajkot (175 Km)

Periodo migliore per visitare: da novembre a dicembre e da gennaio a marzo

No Comments

Post A Comment