Annunci
Parco Nazionale di Bandhavgarh | Project India
791
post-template-default,single,single-post,postid-791,single-format-standard,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive

Parco Nazionale di Bandhavgarh

Il Bhandhavgarh National Park, 450 kmq (mt. 800 s.l.m.) nel Madhya Pradesh, ha acquisito il suo status di area protetta nel 1968, dopo la sua lunga storia di zona di caccia dei reali Rewa . È il parco con la più alta densità di tigri nel centro nord del paese, basti pensare che il nucleo centrale del parco di 100 chilometri quadrati, ospita più di una cinquantina di tigri.

In passato il parco era popolato dalle tigri bianche, purtroppo oggi giorno si sono estinte in natura e l’ultima fu catturata da un Maharaja durante una battuta di caccia nel 1951.

Tra gli altri animali selvatici che vivono nel parco abbiamo cervi, nilgai, cinghiali, antilopi, bufali, leopardi, volpi, orsi, uccelli, gatti selvatici, iene e rettili, oltre a molti altri.

Fauna ornitologica del parco : Pavoni, Prendimosche del paradiso, Gallo della Giungla, rigogoli dalla testa nerodorata, Yellow Ioras, Red-vented Bulbuls, ghiandaie, Purple Sunbirds, barbuti verdi e Mynahs. Qui si trovano almeno 150 specie di uccelli, incluse le specie migratorie che arrivano in inverno come ad esempio l’acquila delle steppe e varie altre specie di uccelli acquatici.

L’area di Bandhavgarh ha quindi una grande biodiversità, ospita anche una variegata vegetazione da praterie a foreste di Sal diventando quindi l’habitat perfetto per molte specie di animali.

Oltre ai safari naturalistici è possibile visitare anche l’antico Forte Bandhavgarh situato sulla sommità di una di una collina di roccia che si innalza, per oltre 800 metri di altezza.

Un modo divertente per visitare il Parco è farlo a dorso di elefante, oltre che in jeep.

Quando andare:

Il Parco è aperto dal 16 ottobre al 30 giugno ma il periodo migliore per visitarlo è durante i mesi caldi, fra febbraio e giugno, quando gli animali lasciano la foresta per abbeverarsi presso i corsi d’acqua del Parco.

Come arrivare:

L’aeroporto più vicino è quello di Jabalpur a circa 4 ore di strada dal parco, mentre dista Km. 270 – 6 ore circa da Khajuraho che è il sito archeologico di interesse turistico più vicino, che ha anch’esso un aeroporto limitrofo. È possibile arrivare in treno, la stazione ferroviaria più vicina è Umaria a soli 35km dal parco. Il Bandhavgarh National Park si trova sull’autostrada Satna-Umaria e Rewa-Umaria. Altre importanti distanze stradali sono: Khajuraho (via Satna)230 km, Varanasi (via Rewa) 340 km, Katni 75 km, Rewa 115 km, Umaria.

Dove alloggiare:

Il Samode Safari Lodge Hotel è  nuovissimo lodge che nasce da un’ispirazione sudafricana, veramente molto caratteristico e curato . Gli chalet sono molto spaziosi con un ingresso e un ampio salotto con televisore al plasma e un bagno di servizio. Il Bandhav Vilas è un resort intimo e esclusivo situato nei pressi del parco. Le lussose ville dispongono di una spaziosa camera da letto, salottino privato, bagno e cortile privato. Il Nature Heritage Resort è una valida alternativa ad un buon prezzo.

 

Altri parchi dove é possibile avvistare la tigre in India, clicca sui nomi dei parchi per saperne di più:

Parco Nazionale di Kanha

Parco Nazionale di Jim Corbett

Parco Nazionale di Satpura

Sariska Tiger Reserve

Parco Nazionale di Ranthambore

Parco Nazionale di Bandipur

 

 

 

 

Annunci
No Comments

Post A Comment